Categorie
photogallery

Kenya, sciopero del sesso/ Marito frustrato fa causa alle organizzatrici della protesta

Il kenyano James Kimondo è uno che con la moglie non vuole rogne, specialmente in camera da letto. Così ha fatto causa per danni al G-10, l’associazione femminile che ha organizzato uno sciopero del sesso di una settimana da parte di consorti, amanti e call girls in segno di protesta contro le beghe e le rivalità che rendono impotente il governo di Nairobi nel realizzare riforme volute dalle donne, a quanto riferisce la Cnn.

Kimondo sostiene che lo sciopero, terminato questa settimana, gli ha causato stress, angoscia mentale, mal di schiena e insonnia, e pertanto vuole che il G-10 lo risarcisca, anche perché, afferma il rifiuto della moglie di fare sesso ha messo in pericolo il loro matrimonio. Non è dato di sapere a quanto ammonta il risarcimento chiesto da Kimondo.

Le donne del G-10 non si mostrano preoccupate. «Non ho ricevuto alcuna citazione – ha dichiarato Ann Njogu, direttrice del Centro per i Diritti e l’Istruzione, che fa parte del G-10 – ma aspetto con tranquillità. Sarà interessante guardare in faccia un uomo che non può fare a meno del sesso per il bene del suo Paese».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.