Donna Simpson: “Basta, ora voglio dimagrire”

Donna Simpson05

OLD BRIDGE (NEW JERSEY, STATI UNITI) – Donna Simpson ha 44 anni e vive a Old Bridge nel New Jersey. Dal 2008,  Donna aveva deciso di diventare la più grassa del mondo. Per far ciò aveva anche aperto un sito web dove i fan pagavano per vederla mangiare. Nell’ottobre del 2008, il sito aveva 260 iscritti di età compresa tra i 20 e 70 anni. Ora però, Donna è arrivata alla soglia limite dei 272 chili (lei voleva arrivare ai 450) ed ha deciso di smettere. 

I problemi di cibo, Donna li aveva già a partire dagli 11 anni. A quell’età, la mamma l’aveva messa a dieta e lei, per ripicca, rubava il cibo di nascosto. A 19 anni, Donna aveva incontrato Robert Simpson, uno chef con cui si era sposata 5 anni dopo. Robert obbligava Donna a mangiare a dismisura perché le piaceva “oversize”. Dopo aver avuto un figlio, la coppia ha divorziato.

Nel 2006 Donna ha incontrato Philippe Gouamba in una chat per donne sovrappeso e si sono sposati. Nel 2007 ha avuto un secondo bimbo ma lei e Philippe si sono separati nel 2011.

Malgrado Donna soffra di diabete e di ipertensione, Gouamba ha sempre sostenuto la sua voglia di ingrassare. Il cibo costava 600-700 dollari a settimana, e lei mangiava 12mila calorie al giorno contro le 2mila circa che una donna di questa età dovrebbe assumere.

Scrive Donna sul suo sito: “In una giornata tipo mi mangio quattro hamburger e patatine fritte, una pagnotta di pane con burro di arachidi e marmellata, quattro porzioni di polpettone e purè di patate, una pizza di grandi dimensioni, una torta al cioccolato con gelato e panna, 12 cupcakes, due torte di formaggio e bibite gassate”.

Il cibo preferito di Donna è però il sushi, di cui se ne poteva magiare a pranzo fino a 70 pezzi. Nel Natale 2010, Donna Simpson aveva mangiato a cena 30mila calorie che corrispondono a circa 45 chili di cibo.

Ora donna ha deciso di mettersi a dieta malgrado gli affari del suo sito non andassero affatto male. A decidere di smettere a voler raggiungere questo record sono stati i suoi movimenti sempre più limitati dovuti ai 272 chilogrammi di peso e alle minacce che riceveva soprattutto contro il suo modo di vivere e di allevare i bambini.

Nel suo sito Donna ha scritto: “Ciao, mi piacerebbe condividere qualcosa di personale con voi. (…) Ora ho la responsabilità di prendermi cura dei miei figli e devo drasticamente cambiare il mio stile di vita. (…) Ora devo affrontare la sfida più grande della mia vita (…) devo ritrovare il mio benessere emotivo e fisico. Questo non sarà facile e non posso farlo da sola. Per raggiungere gli obiettivi che ho fissato per me stesso, sarà necessario avere un team di supporto per aiutarmi. So che ho bisogno dell’aiuto di un terapista (…) E’ anche abbastanza evidente che ho bisogno di essere curata da un medico. Ovviamente una parte importante di questa transizione sarà perdere peso. (…) In questo momento vorrei ringraziare tutti e magari scusarmi con tutti i miei fan. Mi rendo conto che questa dichiarazione incontrerà emozioni contrastanti. Le persone che mi ammiravano come una “super modella” probabilmente resteranno delusi in questa decisione. Le migliaia di persone che mi hanno inviato mail di odio e che forse ora diventeranno miei sostenitori. In entrambi i casi, vi assicuro io sono sincera nel mio desiderio di cambiare. Per i tanti fan del mio sito vi chiedo di capire che questa non è una decisione facile e vi ringrazio per il vostro amore e sostegno. Ma questa è una cosa che devo fare per me e per la mia famiglia (…). Ci sarà un sito web dove potrete seguire i miei progressi in questo viaggio. Il sito avrà un blog personale dove metterò in tempo reale le mie nuove esperienze. (…) Voglio cogliere l’occasione per ringraziare tutti i fan, i miei amici e la famiglia che ha visto la vera persona dietro alcune delle immagini negative create dai media. Con Amore, Donna”.

A seguire una gallery a lei dedicata pubblicata dalla Ap nel mese di maggio 2011: sono fra le immagini più trash che vi sarà mai capitato di guardare!

 

Potrebbero interessarti anche...