Categorie
moda

Iniziano le sfilate di Parigi. Grande attesa per Dior

Inizia la settimana della moda parigina con 91 sfilate in calendario, dedicate al pret-a-porter femminile per il prossimo autunno-inverno. E poi passerelle off, presentazioni, eventi e inaugurazioni di negozi. Un programma ricco di conferme, ma anche di attese. Si aspettano novita’ da Dior, dopo il trauma del licenziamento di John Galliano. E le novita’ potrebbero mettere in moto una girandola di cambiamenti alla direzione creativa dei vari marchi. In attesa, il mondo della moda – giornalisti, buyer, modelle e tanti addetti ai lavori – riempiono i loro carnet di appuntamenti, per vedere, per comprare, per mettere in scena le sfilate.

Quella di Parigi e’ l’ultima tappa del grande tour, iniziato a New York, proseguito a Londra e culminato a Milano. E proprio la capitale francese dovra’ confermare, o contraddire, la tendenza emersa finora, quella di una moda piuttosto perbenista, prudente, poco scoperta. Tra le sfilate da segnalare, quelle di Dries van Noten, di Rochas (con il designer italiano Marco Zanini) e l’ultima passione del fashion system, Gareth Pugh, molto atteso all’esordio della sua passerella parigina. Quindi Balenciaga, Zac Posen, Ann Demeulemeester, Balmain, Rick Owens, Nina Ricci. Venerdi’ 4 marzo e’ attesa soprattutto la sfilata di Christian Dior che, almeno per il momento, e’ confermata in calendario. Lo stesso giorno anche le passerelle di Roland Mouret, Issey Miyake, Isabel Marant, Maison Margiela, Lanvin, Vivienne Westwood, Yamamoto.

Sabato si aprira’ con Watanabe, seguito da Haider Ackermann, un nome in ascesa (tanto da rientrare nella rosa del toto-candidati alla successione di Galliano). Quindi sono previsti, tra l’altro, Victor & Rolf, Cacharel, Sonya Rykiel, Comme des Garcons, Gaultier, Loewe. Il giorno dopo anche Celine (la stilista Phoebe Philo e’ una che delle piu’ quotate al momento, anche lei possibile successore dello stilista inglese licenziato), il marchio italiano Costume National dei fratelli Capasa, Hermes con il debutto di Christophe Lemaire, quindi John Galliano (sempre che la sfilata sia confermata), Kenzo con il sardo Antonio Marras, Givenchy con il pugliese Riccardo Tisci, un altro dei papabili per Dior.

Lunedi’ 7 sono previsti, tra gli altri, Stella McCartney, Emanuel Ungaro, il romano Giambattista Valli, Chloe’ e Yves Saint Laurent con il milanese Stefano Pilati (che si vocifera sia in uscita). Il giorno successivo, il penultimo della kermesse, aprira’ Chanel, poi Castelbajac, quindi Valentino con Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli e, a concludere la giornata, Alexander McQueen. La rassegna si chiude mercoledi’ 9 marzo con Louis Vuitton, l’ammiraglia del gruppo Lvmh, quindi Elie Saab e la sempre attesissima Miu Miu di Miuccia Prada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.