L’Asia veste Prada: +74% dei profitti

L’Asia veste Prada: +74% dei profitti

Prada (Lapresse)

PECHINO – Che Prada piacesse a cinesi e giapponesi si era capito da tempo, visto che passare davanti a una boutique a Milano e a Roma da anni significa vedere un affollamento di gente con gli occhi a mandorla.

Adesso ulteriore conferma arriva dai mercati e dalle quotazioni. A Hong Kong i numeri parlano di un profitto semestrale in crescita del 74% (i dati sono relativi a giugno).

Nell’ultimo periodo sono stati aperti nuovi negozi: 26 in tutta l’area dell’Asia-Pacifico con Giappone escluso e le vendite sono già cresciute di ben 35 punti,

Prada ha davvero intenzione di “mettersi” gli occhi a mandorla visto che anche il suo direttore finanziario, Carlo Mazzi, lo ha detto chiaro:  è il principale mercato di riferimento.

Il marchio decolla davvero con le richieste di lusso, ecco i numeri: un utile di 179,5 milioni di euro, in crescita del 74,2%. I ricavi sono a 1.134,3 milioni (+21,1%), il margine operativo lordo di 315 milioni di euro (+39,9%) e il risultato operativo si è attestato a 253,4 milioni (+47,1%).

«Sono particolarmente soddisfatto dei risultati raggiunti che confermano le nostre aspettative fondate sulla strategia d’espansione del gruppo e illustrate agli investitori nel corso del roadshow per la quotazione all’Hong Kong Stock Exchange» ha commentato l’amministratore Patrizio Bertelli.

Nel futuro, per non arrestare il volo, Prada ha intenzione di aprire 80 nuovi punti vendita in 3 anni.

Potrebbero interessarti anche...