Il colore dell’autunno? E’ “nudo”: la consacrazione a Venezia

Il colore dell’autunno? E’ “nudo”: la consacrazione a Venezia

VENEZIA – E’ la consacrazione di un classico dell’eleganza, di quel particolare punto di colore che suggerisce la seduzione senza evidenziarla in modo troppo eclatante. Diciamolo, il color carne è un virtuosismo per poche. Che poche possono permettersi e poche riescono a cogliere. E’ quella particolare nuance che dona molto alle carnagioni lattee e decisamente poco a quelle abbronzate. Quindi le patite della tintarella lo rifuggono: sia perché dona poco, sia perché questa categoria di donna preferisce solitamente buttarsi su colori più accesi. Nessuna si offenda, ma l’abbronzatura è decisamente cheap nell’estate 2011.

E la consacrazione di questo trend è arrivata a Venezia, rassegna dove il livello di glam percepito è molto diverso da qualsiasi altro festival fuori dall’Europa. Gli Oscar sono “la” passerella internazionale per antonomasia, ma Venezia come Cannes ha un sapore particolare, soprattutto agli occhi delle star americane. Un palco più di nicchia, decisamente più chic. Ed è forse per questo motivo che anche le star hollywoodiane qui si adeguano con mise decisamente meno appariscenti e più essenziali. Vedi Gwyneth Paltrow. Che sia un semplice tubino, come quello di Andrea Osvart, o un lungo in prezioso pizzo, come Keria Knightley, il color nudo, nelle varie sfumature, è amato da attrici italiane e straniere. Da provare anche fuori dal red carpet. (Foto Lapresse).

 

Potrebbero interessarti anche...