Gonne lunghe e spalle larghe. Questa la tendenza della moda parigina

Gonne lunghe e spalle larghe. Questa la tendenza della moda parigina

Dove tendera’ la moda il prossimo inverno? Oggi si chiude la ‘nove giorni’ parigina del pret-a-porter che conferma la tendenza milanese (ma anche quella newyorkese) alla sobrieta’, al ritorno dell’eleganza e del ‘ben vestire’. Se a questi dettami le donne vorranno conferire una allure piu’ parigina, innanzitutto dovranno adottare la coda di cavallo. Poi sara’ d’obbligo – per essere alla moda – allungare le gonne oltre il ginocchio e perfino molto piu’ giu’.

Con attenzione agli estremismi, sempre in auge: le piu’ spericolate potranno infatti rinunciare del tutto alla sottana e mettersi semplicemente la calzamaglia sotto le giacche maschili molto ‘oversize’, o sotto i cappottini minimi di lunghezza e con ampie maniche. Eh si’, la prossima stagione fredda segnera’ decisamente il ritorno alle spalle larghe, ma morbide, e soprattutto al giro manica perfino esagerato, con ovvie conseguenze sulla forma di abiti e di capispalla. Arriva infatti la silhouette a trapezio rovesciato (la figura si amplia sopra e si restringe sotto la vita: serve a riproporzionare la figura ma non crediate che nasconda il sedere, anzi).

Resteranno di moda, anzi si moltiplicheranno le cappe, in versione maxi (come cappotto) in versione media (come giacca) in versione mini, come corpetto perfino degli abiti da sera. I pantaloni saranno di libera scelta: potranno essere skinny, a sigaretta, corti alla caviglia o sopra il tacco, larghi e rivoltati sul fondo, ma non a zampa d’elefante. Evviva le fantasie per l’inverno, ma con discrezione e parsimonia: bene i pois, qualche fiore e diverse geometrie. Molta pelle (anche di pitone) in passerella, perfino plissettata e mescolata con il pizzo oppure con effetto plasticato. Tanti dettagli di pelo ma anche parecchie pellicce, con buona pace degli animalisti che a Parigi continuano a protestare.

L’autunno-inverno che verra’ non vedra’ colori squillanti, se non come dettagli. Ritorna il nero (ma quando mai e’ sparito?), anche nella variante grigio antracite, ma soprattutto accostato ad altre tinte. ‘Black and white’ sara’ l’accoppiata sempre vincente: piace a tutti gli stilisti ed entusiasma le clienti. Di conseguenza, grande successo per i tessuti ‘Principe di Galles’ sia micro sia macro, e per i tweed sale e pepe. Per ripararsi dal freddo ci sara’ anche la novita’ delle sovrapposizioni: per essere chic bisognera’ indossare una gonna corta e arricciata sopra un’altra piu’ lunga, oppure mettersi i pantaloni sotto il vestito e anche una giacchina sul blazer.

L’effetto palloncino per le meno magre e’ garantito. Passando agli accessori, meno platform (sono stagioni ormai che gli stilisti cercano di toglierle dalla circolazione, per costringere le clienti – che invece resistono – al turn over della scarpiera) e tanti tacchi alti e solidi. Non spariscono quelli a spillo ma adottano una forma piu’ signorile. Saranno supersexy gli stivaletti e i tronchetti, portati anche con calze e vestito.

Le borse saranno tenute ancora in mano (a Parigi non si sono viste tracolle) e perfino quelle con il manico saranno molto fashion se trattate come ‘clutch’ e ‘pochette’. Infine i bijoux, pochi ma che si fanno notare: catene e catene in vita come cinture, come decori di scarpe e borse, ma soprattutto come collane. E chi vorra’ essere davvero a’ la page, anche culturalmente, corra a vedere la mostra di Cranach il Vecchio, che si e’ aperta oggi a Parigi, e si faccia copiare le bellissime catene dei suoi ritratti.

Potrebbero interessarti anche...