I farmaci per stimolare la fertilità sono molto costosi

I farmaci per stimolare la fertilità sono molto costosi

I farmaci per stimolare la fertilità, nell’ambito della procreazione assistita, sono molto costosi: per questo molte donne li comprano on line (illegalmente) pur di risparmiare. L’allarme arriva dalla Spagna, dove sono stati censiti ben 80 siti che offrono medicinali di questo tipo.

In Italia l’allarme è ancora più preoccupante: a differenza della Spagna la legge che regola nel nostro Paese la procreazione assistita è più rigida e mette più paletti alle aspiranti mamme, che spesso vanno all’estero per cercare di avere un bambino. Ma chi va all’estero non ha diritto al rimborso dei costosissimi farmaci, che al quel punto non sono più a carico del nostro sistema sanitario nazionale.

E allora ci si rivolge alla rete: i blog e i siti specifici sono frequentatissimi e qui molto mamme offrono in dono (difficilmente vendono) residui di confezioni di farmaci che a loro non servono più. I siti come Madreprovetta.org, Mammedomani.it, Forum.alfemminile.com, sono pieni di offerte di questo genere: basta pensare che una confezione di questi farmaci si aggira tra i 400 e i 600 euro.

Il problema è che questi farmaci vanno conservati in maniera molto accurata e seguono rigide regole di somministrazione: sceglierli on line significa affidarsi a un prodotto che non offre alcuna garanzia di qualità e sicurezza.

Potrebbero interessarti anche...