A Milano Moda Donna sfila l’oro alla patria di Laura Biagiotti

A Milano Moda Donna sfila l’oro alla patria di Laura Biagiotti

MILANO – La sciarpa tricolore che indossa alla sfilata del 27 febbraio non e’ stata creata per i 150 anni dell’unita’ d’Italia, ma e’ un capo che si porta in giro per il mondo da vent’anni, per sentirsi a casa in qualsiasi albergo. Non e’ un patriottismo di facciata quello di Laura Biagiotti, convinta che ”il vero oro alla patria e’ il made in Italy”.

La signora del cachemire rivendica alla moda un ruolo fondamentale per il benessere economico del Paese: ”Siamo una miniera d’oro, una societa’ per azioni diffusa che – spiega prima della sfilata – non trema in Borsa”. ”L’orgoglio nazionale” in passerella prende la forma di abiti di cachemire leggerissimi (pesano meno di 100 grammi), di pellicce colorate, di poncho di lana ‘Anita’, di tuniche drappeggiate, di giacche-sciarpe e tubini stampati, portati su stivali e stivaletti a tacco alto. Al bianco, colore simbolo della Casa, si abbinano il rosso ‘Garibaldi’ e il grigio carbonaro, il nero e l’oro delle occasioni speciali.

E’ sempre la maglia la grande protagonista: rivestita di chiffon, ricamata o lavorata a trecce come nell’abito-scultura lungo al polpaccio. In prima fila, tra gli ospiti, colleghi della moda come gli imprenditori Matteo Marzotto, Saverio Moschillo e Raffaello Napoleone, oltre all’etoile Carla Fracci, cui Laura Biagiotti dedica un saluto speciale alla fine della passerella.

Potrebbero interessarti anche...