Categorie
Ladypic musica

Morte Michael Jackson: condannato il medico

Los Angeles (California – Il dottor Conrad Murray, medico personale di Michael Jackson, è stato giudicato colpevole di omicidio colposo per la morte del cantante. Il verdetto è stato raggiunto dalla giuria dopo meno di nove ore in camera di consiglio. La procura nel processo ha dipinto Murray come un medico sconsiderato che il 25 giugno 2009, giorno del decesso del cantante, abbandonò Jackson mentre era sotto l’effetto del potente anestetico propofol.

Secondo gli avvocati del cardiologo, invece, il cantante era dipendente dalle droghe e assunse da solo la dose fatale del farmaco, quando Murray lasciò la stanza. Murray accettò di diventare medico personale di Jackson mentre il cantante si preparava alla serie di concerti per tornare sulle scene nel 2009. Il medico non ha testimoniato durante il processo, ma in precedenza aveva ammesso alla polizia di avere dato a Jackson il propofol e altri sedativi la mattina in cui morì. Murray, come specificato dal giudice Michael Pastor, dovrà rimanere in carcere senza la possibilità di uscire su cauzione, fino a quando non sarà annunciata la sua pena, attesa per il 29 novembre.

(Foto Ap/LaPresse)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.