Ladypic

Kate Winslet a Venezia mostra la ricetta dell’abito perfetto

VENEZIA – Di solito i red carpet sono sfilate di varia umanità, variamente abbigliata. Ci sono le star, solitamente conciate con abiti improbabili molto spesso regalati da grandi marchi, vedi Penelope Cruz che ultimamente non brilla per buon gusto.

Ci sono le attrici impegnate che portano vestiti minimalisti, fin troppo, tipo Tilda Swinton. Ci sono poi attrici di gusto, e si riconoscono subito: sono quelle che portano un abito senza che questo diventi un elementro troppo ingombrante, visibile, invadente. Tipo Kate Winslet. Attrice di 34 anni, inglese, una delle migliori attualmente sulla piazza. Non una bionda qualsiasi alla ricerca della fama e basta. Dopo il colossal Titanic, che le ha regalato notorietà assoluta, ha scelto sempre film d’autore.

La sua scelta stilistica, al festival di Venezia, non poteva che essere di bon ton. Il vestito – di Stella Mc Cartney – è un condensato di regole da appuntare con cura. Il tubino bicolore infatti aiuta le tante donne geneticamente portate ad avere un filo di pancetta dopo due gravidanze (come l’attrice), braccia ammorbidite, gambe non proprio da modella. Un tubino semplice, aderente e longuette ma che aiuta e slancia grazie ai colori: il bianco disegna una silohuette magra e affusolata e il nero nasconde sapientemente i “contorni in eccesso” della morbida Kate. Insomma, da copiare. (Foto AP/Lapresse).

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.