gossip

Ornella Barra, da Chiavari alla testa di Boots: ecco chi è la nona leader mondiale per Fortune

Ornella Barra

Emma Marcegaglia e Marina Berlusconi: sono loro le uniche due italiane inserite nella classifica di Fortune delle cinquanta donne più potenti del mondo. Oltra al presidente di Confindustria (presente anche nella lista del Financial Times)  e alla presidente di Mondadori, nelle liste della rivista americana c’è il nome di un altra connazionale: quello di Ornella Barra, capo divisione di Alliance Boots, gruppo farmaceutico britannico presente in venti Paesi del mondo, con oltre 110mila dipendenti, al nono posto della classifica delle leader mondiali.

Docente all’università di Nottingham, Barra ha iniziato la sua scalata lavorando in una farmacia di Chiavari, in Liguria, che poi si è comprata, costituendo anche una società di distribuzione per l’area vicino a Genova.

Nel 1985 incontra Stefano Pessina, attuale presidente del gruppo, che diventa il suo compagno. Insieme nel 1986 fondono Alleanza Farmaceutica, l’azienda di Pessina, e Di Pharma, azienda di Barra: da qui nasce Alleanza Salute Italia. Nel 2006 la fusione tra Alliance Unichem e Boots dà vita al leader europeo del settore.

L’azienda dei due, che vivono a Montecarlo, è leader in Europa, prima in Gran Bretagna e Portogallo e seconda in Italia, Francia, Spagna, Olanda e Germania. Più i mercati in ascesa, dalla Turchia alla Thailandia.

“La crisi economica globale ha portato a considerare anche in Italia forme di associazione che in altri Paesi europei esistono da vent’anni — ha spiegato alla rivista di settore Pf —. Quando parlavo di rete virtuale venivo guardata con diffidenza, oggi finalmente molti si rendono conto che si tratta di una filosofia vincente e i vantaggi per farmacisti, industrie e pazienti sono enormi”.

Certo, restano i dubbi sui criteri con i quali vengono scelte queste – è proprio il caso di dirlo – fortunate. Leader e potenti secondo le riviste, ma concretamente, sono davvero potenti? Se il potere di Marcegaglia è legato alla sua posizione di numero uno di Confindustria, quello di Marina Berlusconi dipende, almeno in parte, sicuramente dai suoi natali.

E che dire di Barra? L’unione fa la forza, soprattutto se è con il presidente della propria azienda. Si dice che dietro ogni grande uomo c’è sempre una grande donna. Forse in questo caso si potrebbe dire che dietro ogni grande donna c’è – spesso – un grande uomo.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.