Carlà perde l’aplomb e sbotta con il magazine Gala: “Foto non autorizzate”

Carlà perde l’aplomb e sbotta con il magazine Gala: “Foto non autorizzate”
Carla Bruni_sarkozy

Nicolas Sarkozy e Carla Bruni (foto Lapresse)

PARIGI – Anche una vera première dame come Carla Bruni-Sarkozy può perdere il suo aplomb acquisito e andare su tutte le furie per una foto non autorizzata. La gravidanza non ha addolcito l’ex modella, visto che ha deciso di mettere in mezzo gli avvocati per degli scatti con le mogli dei marines in Libia.

La colpa del magazine di gossip Gala per la moglie del presidente francese sarebbe stata quella di pubblicare un ampio servizio fotografico sulle vacanze nel Sud della Francia, acquistato dalla stampa locale. La diatriba riguarda in particolare una foto, che ritrae la Bruni con dieci mogli di militari della Marina imbarcati su due delle navi più importanti della flotta francese, ricevute nel forte di Bregancon in occasione della festa nazionale del 14 luglio.

Realizzato dai fotografi di Nice Matin, lo scatto era stato pensato per la sola stampa regionale, e non avrebbe dovuto, secondo la premiere dame, finire sulla ”stampa scandalistica”, violando il ”diritto all’immagine” delle dieci signore. Per questo, ha annunciato la stessa Bruni in una lettera al vice-ammiraglio di squadra Bertrand Aubriot, comandante della forza d’azione navale di Tolone, ”intendo fare una richiesta al direttore di questo giornale, e invito tutte le mogli a fare lo stesso, per chiedere un risarcimento per questa pubblicazione non autorizzata”.

Tale risarcimento, aggiunge, ”sarà direttamente versato all’associazione per lo sviluppo delle opere sociali della Marina, per servire al finanziamento di azioni in favore dei giovani orfani dei marinai”. Il settimanale, però, si dice ”sereno”, e dichiara di avere tutte le autorizzazioni necessarie per l’utilizzo delle foto in questione.

Potrebbero interessarti anche...