Categorie
gossip

Carine Roitfeld lascia Vogue Paris. Guerra aperta per la successione

Guerra aperta in Francia per la successione di Carine Roitfeld, la storica e influente direttrice di Vogue Paris, che dopo dieci anni ha lasciato la guida del magazine francese per dedicarsi a nuove avventure.

In un’intervista al New York Times, l’imperatrice leopardata della moda ha dichiarato di averlo fatto «per concentrarsi su nuovi progetti personali»: qualcuno sospetta una joint venture con lo stilista Tom Ford, di cui è sempre stata musa e collaboratrice, mentre altri scommettono che si metterà in proprio, con un nuovo brand.

Tutte le strade sembrano ancora aperte per la sua successione, anche se molti sguardi si rivolgono all’attuale caporedattrice Emmannuelle Alt.

Intanto il suo editore, il boss europeo della Condé Nast, Jonathan Newhouse, ha riconosciuto che «Carine ha segnato la storia della testata grazie al suo incredibile talento».

Figlia di un produttore cinematografico ucraino, con un passato da modella, Carine, 56 anni, è da trent’anni legata a Christian Restoin, industriale dell’abbigliamento che vendette l’azienda quando lei s’insediò a Vogue.

Con la sua immagine sottilmente pornochic la Roitfeld si è imposta come vera e propria icona di moda. Per questo sostituirla non sarà facile.

Se il direttore dev’essere anche un testimonial, Emmanuelle Alt potrebbe essere la scelta giusta: questa bruna androgina sempre in tacchi 15, spesso con i pantaloni di pelle aderentissimi e le spalle imbottite avrebbe il carisma necessario per non far rimpiangere la vecchia “capa”.

Purtroppo, però, pare non essere l’unica in lizza per la poltrona: l’emergente Virginie Mouzat, direttrice moda di Madame Figaro e autrice del romanzo “Una donna senza qualità”, sarebbe secondo i rumors un’altra delle candidate. Insieme ad Aliona Doletskaya, neo-dimissionaria da Vogue Russia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.