Bristol Palin perse la verginità da ubriaca

Bristol Palin perse la verginità da ubriaca

ALASKA – Bristol Palin rivela in un’autobiografia di aver perso la verginità nella sua prima notte da ubriaca.

La figlia dell’ex governatore dell’Alaska ed ex candidata repubblicana alla vicepresidenza degli Stati Uniti, Sarah Palin, ha infatti pubblicato un nuovo libro “Non afraid of life: my journey so far”, scritto insieme a Nancy French, in cui non riserva molti complimenti per il padre di suo figlio, Levi Johnston.

La ragazza, che oggi ha 20 anni, lo definisce “un moscerino” e lo accusa di aver tentato più volte di gettare fango sulla sua famiglia.

Bristol, ragazza madre con un figlio di 2 anni e mezzo, Tripp, racconta di aver perso la verginità e di essere rimasta incinta in campeggio, dopo essersi ubriacata di vino per la prima volta. Al suo risveglio, non si sarebbe ricordata nulla del sesso con Johnston.

I due avrebbero poi concordato di aspettare il matrimonio tornare in intimità, ma i loro buoni propositi si sarebbero infranti molto presto.

La rabbia che Bristol mostra di provare per l’ex fidanzato è motivata dal fatto che lui l’avrebbe tradita spessissimo, «con la stessa frequenza con cui affilava le lame dei suoi pattini da hockey». E avrebbe anche sfruttato la sua fama riflessa per finire nudo sulla copertina di Playgirl.

Del resto, la stessa Bristol, finalista nel “Ballando con le stelle” americano, ha fatto della propria gravidanza adolescenziale il curriculum su cui basa ora la sua “professione” di consulente (pagata) per l’astinenza sessuale fra i giovani.

Potrebbero interessarti anche...