Una cassata siciliana per William & Kate

Una cassata siciliana per William & Kate

ROMA – Una cassata siciliana per le nozze regali del principe William con Kate Middleton. E’ una proposta che nasce dall’antica amicizia, condita da rapporti d’affari, tra Sicilia e Regno Unito.

La cassata, orgoglio della pasticceria siciliana, e più specificamente di Palermo, merita il posto d’onore tra i dolci tipici dell’Isola; la cassata nata per celebrare la Pasqua dopo i digiuni quaresimali, è divenuta di consumo comune durante tutto l’anno. I suoi decori sono barocchi, e sontuosi e la sua derivazione in realtà è di origine araba: il suo nome deriva dal vocabolo arabo “Quas’at”, che significa scodella grande e tonda, e la ricchezza dei suoi ingredienti rispecchia le caratteristiche della cucina saracena, che ama armonizzare sapori contrastanti, come il Pan di Spagna ripieno di ricotta impastata con zucchero, vaniglia, pezzetti di cioccolato e di frutta candita e liquore (preferibilmente rosolio, marsala, rum o maraschino).

La tradizione vuole che la cassata siciliana sia stata inventata, attorno al 998, al culmine della dominazione musulmana, dai cuochi di corte dell’Emiro che risiedeva alla Kalsa di Palermo; la sua antica nascita, è testimoniata da un documento del Sinodo di Mazara del Vallo del 1575, nel quale la cassata è definita “indispensabile nelle feste pasquali”. Apparentemente semplice da realizzare, la preparazione della cassata siciliana richiede invece una certa abilità, specialmente per creare le elaborate decorazioni di cui è ridondante.

Dosi per 10 persone

Ingredienti per il ripieno:

Pan di spagna ( vedi dosi e preparazione )

Frutta candita a cubetti g.100

Pistacchi sgusciati g.50

Cannella 1 cucchiaino

Coccolato fondente a pezzettini g.100

Ricotta di pecora (o mista) g.800

Liquore ( rum , marsala, maraschino ) 3 cucchiai

Zucchero a velo g.500

Gelatina (o marmellata resa molto liquida diluendola con pochissima acqua calda e filtrandola ) di arance amare oppure mandarino o albicocca q.b

Ingredienti per la “ pasta reale “:

Farina di mandorle g 250

Vanillina una bustina

Zucchero semolato o a velo g.230

Acqua con alcune gocce di colorante alimentare verde g. 250

ingredienti per la glassa:

Acqua di zagara g.100

Zucchero a velo g. 100

per il decoro:

Frutta candita ad libidum e praline argentate (confetti per le nozze)

Preparazione

Preparate un Pan di Spagna come descritto di seguito (meglio prepararlo un giorno prima in modo che si possa tagliare facilmente )

Passate a setaccio la ricotta e che sia freschissima e, con un cucchiaio di legno, incorporate lo zucchero al velo, la vanillina e la cannella, e del liquore dolce a piacere come sopra descritto, lavorate bene il composto fino ad ottenere una crema liscia e soffice.

A questo punto unite alla crema ottenuta il cioccolato a pezzettini, i pistacchi sminuzzati e la frutta candita ( chiamata poi ricotta candita e usata anche nei famosi cannoli).

Preparate una pasta reale di color verde chiaro mettendo in un pentolino di rame (o di coccio) 230 gr di zucchero e 250 ml di acqua col colorante alimentare (alcune gocce). Portate ad ebollizione e prima che lo zucchero inizi a caramellarsi, togliete il pentolino dal fuoco; incorporate 250 gr di farina di mandorle e una bustina di vanillina.

Mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo e poi versatelo su di un tavolo di marmo umido. Appena la pasta reale si sarà raffreddata, lavoratela a mano o col mattarello fino a farla diventare una sfoglia di 2 mm circa, liscia e compatta.

Tagliate il Pan di Spagna in orizzontale ricavandone quattro strati di eguale spessore e inumiditeli appena con lo stesso liquore usato per la farcia.

Foderate una tortiera dai bordi alti e del diametro di 21 cm, con carta forno o oleata, e disponete un primo strato di Pan di Spagna sul fondo; foderate poi i bordi con la pasta reale verde (pistacchio) servendovi, poi, di qualche goccia di gelatina di arance come collante per farla aderire alla carta oleata.

Versate nella tortiera metà della “ricotta candita”, spalmatela bene con una spatola da pasticcere (o un cucchiaio), e poi ricopritela con un altro strato di Pan di Spagna; procedete similmente con la ricotta rimasta e chiudete con l’ultimo strato di Pan di Spagna.

Mettete la tortiera in frigorifero affinché la ricotta si rapprenda un po’e la pasta di mandorla si indurisca. Quando la torta sarà fredda estraetela dal frigorifero, toglietela dallo stampo capovolgendola su di un piatto e ricoprite la parte superiore con una glassa bianca, preparata unendo dell’ acqua di fiori di zagara con dello zucchero a velo e mischiandoli con una piccola frusta (o una forchetta) fino ad ottenere una consistenza densa ma comunque liquida. Lasciate poi indurire la glassa e quindi guarnite la cassata con frutta candita ( arance, mandarini, limoni, ananas ecc) e zuccata (zucca candita) tagliata a strisce sottili da disporre a forma di fiore.


Preparazione del pan di Spagna

Ingredienti:

6 uova,

Zucchero g.180

Farina 00 g.75

Fecola g.75

un pizzico di sale qb

Rompete in una ciotola le 6 uova intere. Frullatele a lungo (almeno 20 minuti) con uno sbattitore a frusta assieme allo zucchero (a mano servono almeno 35 minuti), finché diventano una massa gonfia, ben spumosa e di colore giallo chiaro.

Sollevate le fruste e lasciare cadere un po’ di composto sull’impasto montato: il segreto è, che risulta montato a sufficienza se il filo di pasta, dicono i pasticceri, “scrive”( sembra che si possa scrivere colandolo sul resto dell’ impasto)

Aggiungete la farina e la fecola mescolate insieme, versandole a spolvero tramite un setaccio, e mescolatele lentamente con un cucchiaio di legno, in modo che si incorpori al composto senza smontarlo.

Versate l’impasto al centro di uno stampo rotondo bene imburrato (oliato) e infarinato in modo che non si attacchi in cottura, livellandolo bene sbattendolo con un paio di colpi sul tavolo con lo stampo quasi pieno.

Infornare a 150° – in forno già caldo – per circa 40 minuti.

Costo totale € 30 circa

Calorie Non ne parliamo proprio…

Evviva gli Sposi !!!

 

Potrebbero interessarti anche...