Linguine con spigola, olive e capperi

Linguine con spigola, olive e capperi

Ebbene si, lo confesso, amo il mare e la pasta …
La spigola o branzino è una delle specie più pregiate ed è oggetto di acquacoltura sia estensiva (lagune e valli), che intensiva (vasche e gabbie) in acque marine e salmastre. Ben tollerante ai cambiamenti di salinità questo pesce, particolarmente vorace, è in grado di risalire i fiumi per parecchi chilometri in cerca delle proprie prede.
Quelle allevate in Italia son le migliori, sia dal punto di vista dei controlli severi sui mangimi con cui vengono nutrite, che dal metodo di allevamento (meglio se in ampi spazi ) sia in mare, che in laguna.
La taglia media è di g.350 , ma se ne può trovare anche di maggior peso e son le migliori.
Quelle selvatiche, oggi rarissime, sono ovviamente di dimensioni molto più grandi e possono raggiungere anche i 12/15 kg., ma purtroppo sono carissime.
Dosi per 4 persone
Linguine (o altra pasta) g. 500 € 1,00
Una spigola di allevamento g.400 € 18,00
Olive bianche g. 100 € 3,00
Capperi g.20, un limone, Olio EVO, aglio, prezzemolo, peperoncino, dell’alloro, sale, pepe a grani € 3,00
Calorie pro capite 400 Costo totale € 27,00
Fate bollire abbondante acqua salata in una pentola, larga abbastanza da contenervi l’intera spigola, un paio di foglie d’alloro, mezzo limone e alcuni grani di pepe nero (Court bouillon). Raggiunta l’ebollizione, lessatevi la spigola, precedentemente pulita delle lische, delle spine dorsali e delle interiora, incluse le branchie (operazione che vi consiglio far fare al vostro pescivendolo) per circa 20 minuti, col coperchio e a fuoco medio. Togliete quindi il pesce e filtrate l’acqua, ove poi bollirete la pasta.
Spinate la spigola finché è calda e rompetene la carne a pezzettini.
In una padella di alluminio a bordi alti (anche inaderente o di ceramica) fate riscaldare un paio di spicchi d’aglio tagliati a metà e a cui avrete levato “l’anima” e del peperoncino a 80° (mai soffriggere). Quando la pasta sarà cotta al dente (7 minuti per le linguine) mettete i pezzi di spigola nella padella, le olive bianche preventivamente snocciolate e tagliate a pezzetti e i capperi dissalati, poi aggiungendovi un mezzo mestolo di brodo di cottura del pesce e della pasta e fate insaporire per 30 secondi, poi aggiungetevi la pasta e mantecate al salto, a fuoco vivo e man mano, se si dovesse asciugare troppo, aggiungete altro brodo. Impiattate formando dei nidi di pasta attorcigliata a cono, aiutandovi col mestolo e un forchettone, poi cospargete il tutto con abbondante prezzemolo tritato fine. Un giro d’olio extravergine d’oliva, un ombra di pepe nero macinato , se gradite, (c’è già il piccante del peperoncino) e buon appetito.

Potrebbero interessarti anche...