La nuova legge Asciutti sulla dislessia interessa 400 mila studenti italiani

La nuova legge Asciutti sulla dislessia interessa 400 mila studenti italiani

Il senatore Guido Possa (Pdl), presidente della commissione Istruzione pubblica e beni culturali ha così commentato la legge sulla dislessia, approvata il 29 settembre e illustrata giovedì 14 ottobre nel corso di una conferenza stampa al Senato: ”Si tratta di una legge quadro che punta ad affrontare le problematiche riguardanti l’apprendimento. E’ una legge che riguarda 400 mila ragazzi e ragazze che frequentano le nostre scuole e che interessa non solo i ragazzi e i loro genitori, ma anche gli insegnanti. Infatti si punta su una didattica personalizzata che cerchi naturalmente di riabilitare i ragazzi, aiutandoli a superare questi problemi perche’ prima si agisce e meglio è”.

Il senatore Franco Asciutti (Pdl), relatore del provvedimento ha detto: “Si apre un percorso nuovo mettendo così in condizione le persone di uscire dalle proprie difficoltà. Attraverso questa legge eliminiamo tutte quelle improvvisazioni ed approssimazioni che proprio nel mondo della dislessia troppo spesso si registrano. Adesso possiamo dire di aver fatto un ulteriore passo verso la piena attuazione e rispetto dell’articolo 3 della nostra Costituzione”.

Soddisfazione anche dall’AID che con la presidente Rosabianca Leo evidenzia come ”finalmente dopo tante battaglie grazie a questa legge e’ stata riconosciuta l’esistenza della dislessia e di altri disturbi specifici di apprendimento. Siamo soltanto all’inizio di un percorso che dovra’ essere avviato con le scuole, soprattutto riguardo il tema della formazione dei dirigenti scolastici e le strutture del SSN, ma stiamo gia’ lavorando con il Miur circa le linee guida sulla legge”.

Potrebbero interessarti anche...