ambiente divi

WOJTYLA: NAVARRO, LE RAGIONI DEL SUO SUCCESSO MEDIATICO

Giovanni Paolo II era in grado di stabilire ”una interazione magnifica con i suoi interlocutori, nel mondo dell’immagine era un protagonista indiscusso, ma da cosa nasceva questa sua forza?”. Se lo e’ chiesto Joaquin Navarro-Valls intervenendo all’ambasciata d’Italia presso la Santa Sede alla presentazione della biografia che il fondatore di Sant’Egidio Andrea Riccardi ha dedicato a Giovanni Paolo II. Navarro, portavoce del papa polacco per oltre vent’anni, si e’ riferito al commento di un giornalista americano durante il primo viaggio di Wojtyla negli Stati Uniti: ”Amano il cantante ma non la canzone”, scrisse il giornalista ma a giudizio di Navarro ”era esattamente il contrario”, cioe’ un punto di forza della comunicazione di Wojtyla era il contenuto del suo messaggio. Navarro ha sottolineato che Giovanni Paolo II aveva ”un ottimismo di base che – ha detto – era di piu’ del buonumore o di un carattere festoso e le cui radici non erano solo caratteriali ma provenivano dal sapere che sia chi parla sia chi ascolta in un dialogo sono entrambi creature di Dio”. Navarro ha ricordato che Wojtyla aveva una innata capacita’ ”sia di conoscere il vero sia di semplificare e facilitarne la trasmissione: nello sforzo continuo di rendere l’essenziale – ha commentato Navarro – spesso molti cadono nella banalita’. Questo a lui non e’ mai accaduto”. Il portavoce di Papa Wojtyla ha anche riferito di non aver mai avuto in tanti anni indicazioni su che cosa dire nelle comunicazioni ai giornalisti e ha raccontato un episodio relativo al 1992 quando a Giovanni Paolo II fu diagnosticato un tumore all’intestino. ”Si pensava che il tumore fosse maligno – ha detto Navarro – e chiesi al Papa che cosa avrei dovuto dire alla stampa. ‘Dica quello che ritiene’, fu il suo suggerimento”. Navarro si e’ poi chiesto come potesse ”continuare a interessare Giovanni Paolo II una volta diventato una persona che lottava con una serie di malattie”. ”Qual’era il suo messaggio, il suo tema che affascinava la gente – si e’ chiesto – a mio avviso la sua forza stava nel mantenere fissa l’attenzione sul carattere trascendente della persona umana che invece puo’ facilmente trasformarsi in oggetto, difendere questo e’ la base del messaggio di Giovanni Paolo II” e il segreto della sua presa sulle persone” .

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.