Onde rosse in testa. Le sexy quarantenni (e non solo) scelgono le chiome fiammanti: da Rita Hayworth a Nicole Kidman

Onde rosse in testa. Le sexy quarantenni (e non solo) scelgono le chiome fiammanti: da Rita Hayworth a Nicole Kidman
christina_hendricks

Christina Hendricks

ROMA – Prorompenti e affascinanti come Rita Hayworth se ne vedono poche oramai, ma le teste rosse in giro ci sono eccome. Anzi, oggi le chiome infuocate sono le platinate di quarant’anni fa.

Allora si diceva che agli uomini piacciono le bionde e poi sposano le brune, adesso di certo è molto più comune che i maschietti vadano dietro alla gonnella di qualche rossa tutto pepe.

Il mito della Gilda della Hayworth è difficile da eguagliare, ma che siano un po’ supponenti, un po’ streghe o ancora un pizzico ingenue le donne di oggi decidono di tingersi lo stesso, almeno quando le prime rughe si affacciano sul viso.

Visto che solo il due per cento dell’esercito femminile al mondo ha i capelli rossi di natura, la maggior parte rimedia con henné o tintura chimica. Appena compare qualche capello bianco in testa, ecco che il popolo delle ultratrentenni e quello delle quarantenni che segue inesorabilemente a ruota, corre ai ripari.

Drew Barrymore, 36 anni e una carriera di attrice e “fisarmonica” del peso alle spalle, porta il rosso come una Lolita innocente. Decisamente più sensuale la casalinga disperata Marcia Cross che sin dal debutto al cinema non si è risparmiata quella chioma accesa per attirare l’attenzione, corredata da tacchi a spillo ed aria da cattiva, con gli uomini ovviamente.

Snocciolando i nomi delle rosse famose non può mancare la burrosa protagonista della serie Mad Men, Christina Hendricks che con la sua quarta di reggiseno e i fianchi abbondanti fa girare la testa ai colleghi di lavoro e non solo.

Poi c’è Sarah Ferguson, la duchessa di York ex incubo della regina Elisabetta d’Inghilterra (sposò Andrea Winsor), che è stata davvero scaltra, la volpe furba di corte tra scandali, debiti e gossip.

Che dire allora di Geri Halliwell, nata come Spice Girl e reinventatasi scrittrice con l’età? Un must del suo percorso professionale tra canzoni e libri sicuramente è stato il rosso, in primis quello della bandiera del Regno Unito che amava portare incollata praticamente addosso durante i suoi concerti.

Rihanna invece, in barba alle sue colleghe e alla sua giovane età, con una testa fiammante si è guadagnata le grazie di Anna Wintour e l’ambita copertina di Vogue.

drew_barrimore

Drew Barrimore

Ultime e bellissime sono le più vecchie delle ciurma: Julianne Moore, attrice statunitense classe 1960 e Nicole Kidman, australiana d’origine e 44 anni sul groppone. Sono entrambe rosse, entrambe dive, entrambe stangone d’alto livello.

Potrebbero interessarti anche...