La Nazionale compie 100 anni. Gigi Riva: “Ho il cuore azzurro”

La Nazionale compie 100 anni. Gigi Riva: “Ho il cuore azzurro”

Azzurro per sempre. Oltre i 35 gol che lo consacrano capocannoniere di tutti i tempi della Nazionale, e al di la dei due infortuni che ne misero a rischio la carriera. ”Quella maglia, una volta che l’hai indossata, te la senti cucita addosso.

Io ancora oggi la sento”, dice Gigi Riva, celebrando i 100 anni dell’azzurro. ”Vestire quel colore e’ il massimo – racconta all’ANSA il bomber del Cagliari e dell’Italia – specie quando sei all’estero. L’azzurro e’ il colore che identifica noi italiani dello sport nel mondo, anche piu’ del tricolore. Il bianco, rosso e verde meritano il massimo rispetto, ma per tutti fuori dai nostri confini, soprattutto per la nostra gente, siamo azzurri”. ”Per quel che mi riguarda – prosegue Riva – mi sono rotto due volte le gambe per l’Italia, eppure quel colore e’ il piu’ bel ricordo della mia vita. Ogni volta che vedo una Nazionale in campo, anche di ragazzini, mi sento un brivido indosso”.

E tra i tanti ricordi, ‘Rombo di Tuono’ ne tiene in serbo uno: ”Qualche maglia l’ho tenuta da parte, anche se non sono un collezionista di passato. Pero’ una fa parte di me, e stranamente non e’ una 11: e’ la 17 che Valcareggi mi diede agli Europei del ’68, quando mi convoco’ nonostante la pubalgia.

Nella seconda finale con la Jugoslavia, mi disse ‘vai in campo e gioca finche’ puoi’ – conclude Riva -. Feci il primo gol e fu una notte bellissima, al mattino mi ritrovai a Fiumicino e non sapevo neanche io come”. Ma con un po’ di azzurro nel cuore.

Potrebbero interessarti anche...