Categorie
divi

L’inossidabile Jamie Lee Curtis, diva androgina e sexy anche a 53 anni

LOS ANGELES – Non è da tutti ricevere un “Anatomy Award”, e cioè un “Oscar” per le migliori scene di nudo assegnato dal sito Mr Skin, a 53 anni, ma per Jamie Lee Curtis è quasi un dovere.

Certo, il suo è stato un premio alla carriera, ma guardando le sue ultime foto, in cui sfoggia un look naturale e sportivo da ventenne e un fisico immune ai segni dell’età, c’è da scommettere che farebbe una discreta figura anche oggi.

E chissà che non debba capitare davvero, visto che gli ultimi rumors a Hollywood parlano di un possibile sequel di “True Lies”, il film del 1994 che vedeva Jamie protagonista insieme ad Arnold Schwarzenegger.

Impossibile, del resto, dimenticare la scena in cui la bellissima e androgina protagonista, in abito da sera, si fermava davanti a uno specchio nel corridoio di un elegante albergo, si osservava con attenzione e infine strappava brutalmente le maniche a sbuffo, l’orlo della lunga gonna e il top, scoprendo improvvisamente una vertiginosa scollatura.

E pensare che le malelingue, un tempo, insinuavano che Jamie fosse un’ermafrodita, forse perché a Hollywood è difficile comprendere che una donna possa (metaforicamente) mostrare gli attributi e rivelarsi qualcos’altro rispetto a una scialba bambolina, come appunto faceva Curtis nel film sferrando un cazzotto all’invincibile Schwarzy.

Figlia d’arte dell’attore Tony Curtis e di Janet Leigh, la Marion Crane del film “Psyco” di Hitchcock, Jamie è uno strano mix dei due genitori: «Ho il petto della mamma, il labbro inferiore del papà, quello superiore della mamma, i cerchi intorno agli occhi del papà, il naso della mamma. L’altezza? Non è mia neanche quella. L’ho ereditata dal nonno materno. Il risultato è buffo, ma non mi dispiace» aveva dichiarato una decina d’anni fa in un’intervista.

Non si può certo biasimarla, ripensando al suo topless mozzafiato di “Una poltrona per due”, in cui recitava la parte di una squillo dal cuore d’oro, o alle sue acrobazie in “Perfect”, quando seduceva John Travolta fasciata in tutine aderenti. Scene indimenticabili che, per ora, possiamo solo rimpiangere, sperando che Jamie torni a stupire, anche con qualche ruga in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.