Categorie
divi

Charlie Sheen ammette: “Sto impazzendo”. E la polizia gli toglie figli e fucile

LOS ANGELES – Qualche giorno fa aveva ammesso alla rivista Life&Style: «Sto diventando pazzo. È ora che mi faccia aiutare da qualcuno». E, in occasione di quel lampo di lucidità, Charlie Sheen aveva anche confessato: «Il mio avvocato vuole venire a casa mia a togliermi i proiettili dalla pistola».

A quanto pare, però, la polizia è arrivata prima di lui e, dopo una denuncia dell’ex moglie Brooke Mueller, ha fatto irruzione nella villa di Sheen a Beverly Hills dove ha trovato e sequestrato “solo” un fucile. Ben poca cosa, dal momento che, secondo la Mueller, l’attore avrebbe un vero e proprio arsenale in casa, composto da 47 armi.

Non è la prima volta che la polizia fa visita alla star. Circa dieci giorni fa, infatti, gli agenti avevano portato via i due figli di Sheen, Max e Bob, 2 anni, in ottemperanza di un’ordinanza dei giudici emessa dopo che l’ex moglie, cacciata dall’abitazione, aveva espresso preoccupazione per il loro stato di salute.

L’instabilità mentale dell’ex protagonista di “Due uomini e mezzo”, che dopo il licenziamento ha fatto causa alla Warner Bros per 100 milioni di dollari, comincia dunque a diventare preoccupante: più che sulle pagine dei tabloid, se continua così Sheen rischia di finire in manicomio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.