Canalis, mia sofferenza vivisezionata