Categorie
curiosità

La tecnologia mette a rischio la privacy di molti ragazzi

Inviare foto, dare informazioni personali, farsi vedere in webcam, accettare incontri con sconosciuti: continuano a crescere i comportamenti potenzialmente a rischio degli adolescenti. Lo rivela il Rapporto 2010 della Societa’ italiana di pediatria che anche quest’anno registra un aumento di abitudini potenzialmente pericolose. Oltre il 16% (contro il 12,8% del 2009) dichiara di aver dato il proprio numero di telefono a uno sconosciuto, ed il 24,6% non ha esitato a inviare una sua foto. Nel Mezzogiorno il fenomeno assume proporzioni maggiori, dove quasi un adolescente su tre dichiara di aver dato informazioni personali. Nella stragrande maggioranza dei casi questi ”sconosciuti” sono altri adolescenti ma non sono rari i casi in cui l’interlocutore sia un adulto”. Resta alta, ma si riduce di anno in anno, invece, la percezione del rischio su una lista di comportamenti potenzialmente pericolosi che i pediatri sottopongono da anni al campione, come ubriacarsi o avere rapporti sessuali non protetti. Aumenta inoltre (dal 67,4% al 68,2%) la percentuale di chi dichiara di adottare deliberatamente questi comportamenti pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.