curiosità

Romania, si dimette ministro del Lavoro per scandalo su impiego moglie

Bucarest (Romania) – Il ministro del Lavoro rumeno Ioan Nelu Botis si è dimesso dopo che è stato scoperto che la moglie lavorava per un'associazione finanziata dall'Unione europea e approvata dal ministero stesso. Botis ha detto di aver lasciato l'incarico "per ragioni morali" e ha chiesto scusa ai cittadini rumeni, spiegando che l'occupazione della moglie nell'organizzazione non governativa "non era la cosa giusta". Ligia Botis lavorava come consigliera nel progetto 'Un'occasione per la dignità' per lo sviluppo locale guadagnando 8mila Lei al mese, pari a 2mila euro. La donna si è dimessa ieri, quando funzionari rumeni hanno aperto un'indagine per determinare se nel suo lavoro ci fosse un conflitto d'interessi. Il primo ministro Emil Boc ha accettato le dimissioni di Botis.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.