Roma, uccide figlia e tenta suicidio, morta nella notte in ospedale

Roma, uccide figlia e tenta suicidio, morta nella notte in ospedale

Roma – La donna che ieri sera ha prima ucciso la figlia e poi si è gettata dal quarto piano della sua abitazione è morta intorno all'una della scorsa notte nel reparto di terapia intensiva al Sant'Eugenio a Roma dove era stata ricoverata. Aveva 46 anni e da tempo soffriva di una forte depressione. Stando alla ricostruzione dei carabinieri che indagano sulla vicenda, la donna ha prima colpito con due coltellate la sua bambina di otto anni e poi l'ha scaraventata giù dal quarto piano della sua abitazione a Tor Pagnotta, periferia della capitale. I colpi non sono stati letali e la piccola è morta per l'impatto. Poi la donna si è lanciata nel vuoto. Incredulità tra amici e conoscenti della coppia. Il suo compagno, padre di altri due figli, era uscito con uno di loro al momento della tragedia. L'uomo non sa darsi pace e ripete: "Non so come sia potuto accadere".

Potrebbero interessarti anche...