“La vita è complicata, prendila con calma”. Nasce il dudeismo, la religione del Grande Lebowski

“La vita è complicata, prendila con calma”. Nasce il dudeismo, la religione del Grande Lebowski

“Il grande Lebowski”, film culto dei fratelli Coen, è diventato una vera e propria religione, con un seguito di centomila adepti.

A fondare il culto è stato Oliver Benjamin, un ex giornalista di 43 anni cresciuto vicino a Los Angeles proprio come “Dude”, il protagonista del film interpretato da Jeff Bridges. Ma emigrato a Chiang Mai, in Thailandia, dove oggi vive e dove sei anni fa ha avuto la sua folgorazione, guardando la tv.

«Noi sosteniamo che il grande Lebowski sia una forma moderna di Taoismo» dichiara Oliver, che nel 2008 ha pubblicato “Dudespaper” il testo ufficiale del dudeismo. L’anno sucessivo è stata la volta di “The Tao Dude Ching, il libro sacro della “chiesa”.

Da quell’antica filosofia deriva la visione dell’esistenza di questa laica religione: «La vita è corta e complicata e nessuno sa cosa farci. Così non fare niente. Prendila con calma. Smettila di preoccuparti così tanto di andare in finale. Rilassati con qualche amico e qualche soda d’avena (birra), e sia che fai strike (massimo punteggio) o gutters (zero punti) fai del tuo meglio per rimanere te stesso. Che è come dire, tieni duro. O Sopporta e sorridi».

Potrebbero interessarti anche...