Le regole dell’attrazione: scopriamo quelle politicamente scorrette

ragazzo e ragazza

ROMA- Figuriamoci se gli esperti americani si sarebbero arresi di fronte alle regole dell’attrazione dichiarando che si, le frecce di Cupido sono veramente casuali e che no, la scienza non può davvero niente contro il fenomeno dell’innamoramento.

E invece hanno iniziato a studiare i “profili” di oltre un milione di utenti di social Network e qualcosa, nel bene o nel male, sono riusciti a scovare. Si dice infatti che l’amore più bello sia quello sincero di “due cuori e una capanna”, eppure, come rivela un articolo sull’International Herald Tribune, sembra che siano sempre di più (almeno 8 su 10) le persone che ricorrono a delle piccole, ingenue, bugie pur di sedurre. Delle vere e proprie “regole” dell’attrazione che inconsciamente seguono tutti, uomini e donne, ma non indistintamente.

Sembra infatti che la bugia più gettonata tra le donne sia quella sul peso (che si toglie in media 4 chilogrammi) mentre quella degli uomini sia sull’altezza (che si regala sempre almeno un paio di centimetri).

Insomma, alla faccia dell’amore cieco e senza età, sempre più uomini e donne ricorrono a piccoli inganni per risultare più interessanti agli occhi dell’altro. E a ragion veduta, a quanto pare. Infatti, gli stessi studi americani hanno dimostrato che le donne mirano realmente ad uomini alti (e danarosi) mentre gli uomini sembrano preferire realmente donne piccole e magroline. Un vero schiaffo (con tanto di guanto) al vero amore che non guarda niente se non i sentimenti.

Si aggiudica il secondo posto tra le bugie delle donne quella sull’età: meno usata rispetto quella sul peso, sembra comunque che dai trent’anni in poi le donne cerchino sempre di togliersi almeno un annetto. E gli uomini sono da meno? A loro l’eta non interessa ma pare che preferiscano dichiararsi grassi piuttosto che svelare la propria fede politica. Non sia mai che incontrino qualche bella donna impegnata e che debbano rinunciarvi a causa di “condizioni politiche avverse”…

Insomma, sembra che le “regole dell’attrazione” e qualche piccola (ma frequente) bugia sia lecita.

L’importante è non esagerare ed evitare di arrivare a confondere la memoria corta, con la coscienza pulita.

Potrebbero interessarti anche...