Categorie
curiosità

Norvegia, troppe pause durante il lavoro: braccialetti per le donne col ciclo

Braccialetti al polso per le dipendenti col ciclo. In uno studio pubblicato di recente dal sindacato dei lavoratori Parat sembra che l’ambiente lavorativo norvegese sia più rigido delle loro attuali temperature costantemente sotto lo zero.

Lo studio ha dimostrato come diverse società siano ossessionate dalla perdita di produttività, addebitando come una delle cause principali i bisogni fisiologici dei lavoratori. Per porre un freno ai frequenti viaggi al bagno dei loro dipendenti, i manager norvegesi hanno architettato delle soluzioni piuttosto ‘tiranniche’.

Secondo lo studio, il 66% dei manager ha imposto agli impiegati di utilizzare una chiave elettronica per accedere al bagno così da poter monitorare le pause, mentre quasi una compagnia su tre ha dotato i bagni di telecamere.

“Ma il provvedimento più estremo” fa sapere un sindacalista “è stato quello di un manager che ha fatto mettere un braccialetto rosso al polso delle donne con il ciclo per giustificare i loro frequenti viaggi al bagno.

“Le donne”, ha aggiunto, “si sentono, giustamente, umiliate per come vengono etichettate, perché anche i loro colleghi vengono a conoscenza dei loro dettagli privati.”

Il sindacato non ha svelato nè il nome dell’azienda, nè del manager, ma ha inoltrato le carte al responsabile dei diritti civili Bjorn Erik Thon il quale ha fatto sapere che “le normative sull’uso dei bagni correlate al ciclo mestruale sono chiare violazioni sia della privacy che della dignità delle persone coinvolte. Credo e spero che questo non sia comune a gran parte della vita lavorativa norvegese”.

“Porteremo avanti una revisione delle regole presenti nel mondo dell’impiego e della privacy durante il prossimo anno.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.