Categorie
curiosità

Oltre mille in piazza a Bologna per 8 marzo: Paese vuole cambiare

Bologna – Oltre un migliaio di persone si sono radunate a partire dalle 18 di oggi pomeriggio in piazza Maggiore in occasione dell'8 marzo. L'appello per la giornata internazionale della donna, promosso dal coordinamento 'Se non ora quando', ha portato nel cuore del centro storico di Bologna molti dei volti che avevano partecipato al grande corteo del 13 febbraio scorso. Tanti gli slogan e i cartelli "a difesa del corpo delle donne" e "contro la violenza maschile". Dal palco interventi di lavoratrici precarie, straniere, rappresenti dell'Arci lesbica, della Cgil bolognese, tutti accompagnati da interventi musicali del gruppo 'Mumble Rumble'. Tra le tante che hanno preso la parola dal palco anche l'attrice Marinella Manicardi e un'operaia dell'azienda bolognese Faac cancelli automatici iscritta alla Fiom. "Lanciamo – hanno detto le organizzatrici – un messaggio di cambiamento, vogliamo che questo Paese cambi rispetto alle donne". Tra le richieste "lavoro, sviluppo e un nuovo welfare che consenta alle donne di lavorare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.