La patron di Miss Italia Patrizia Mirigliani parla dell’edizione 2011: “Quest’anno abbiamo rinnovato tutto”

La patron di Miss Italia Patrizia Mirigliani parla dell’edizione 2011: “Quest’anno abbiamo rinnovato tutto”

Intervistata da diversi settimanali, la patron di Miss Italia Patrizia Mirigliani parla della nuova edizione. Tra le ragazze iscritte 1400 fanno sport e 260 hanno la taglia 44″.

Miss Italia è sempre Miss Italia e ora si rinnova in toto: lo scrive il settimanale “Gente” in un servizio dedicato alla patron Patrizia Mirigliani (“siamo la vetrina dell’evoluzione della donna italiana”).

“La decisione sulla scelta della località sede delle finali – dice la patron – mi è costata qualche chilo. Alla fine le finaliste sono Montecatini Terme e Saint Vincent, ma i Comuni ‘pretendenti’ sono stati decine. Tutti chiedevano di diventare ‘la città delle miss’. Il segnale è stato forte”.

In un’altra parte dell’intervista, realizzata da Roberta Spadotto, Patrizia Mirigliani dice: “Molte ragazze cercano vie di fuga o strade facili per il successo perché non sono seguite dalle famiglie, ma io credo che i tempi stiano cambiando: c’è bisogno di valori e di spiritualità perché le ragazze ne hanno bisogno”. In questo senso – scrive il settimanale – sono sempre di più quelle che eccellono in qualche sport, dal golf alle arti marziali, e che sono cresciute con una certa rigida disciplina. “Fra le ragazze iscritte ne abbiamo già contate 1400”, spiega la patron, la quale, per la prossima edizione, introdurrà la fascia di ‘Miss Sport’.

Cambia anche il fisico delle ragazze. Su circa quattromila iscritte alle selezioni, regionali, circa 260 portano la taglia 44. “In tempi di crisi economica, la bellezza si lega sempre di più alla prosperità” e per questo – conclude ‘Gente’ – sarà introdotta una nuova fascia ‘Miss Curve d’Italia’, che sarà sponsorizzata da un marchio per taglie morbide, Elena Mirò.

“Quest’anno alla conduzione del programma televisivo di Miss Italia vedrei bene un’ex Miss, come Miriam Leone o Cristina Chiabotto”, titola invece il settimanale ‘Vero Tv’ che a sua volta intervista la patron. A parte le varie ipotesi sulla conduzione (come sempre in questi casi vengono fatti molti nomi), dice la Mirigliani: “Miss Italia è un talent in maniera indiretta. Lo dimostra il fatto che dal concorso sono uscite donne che hanno fatto la storia dello spettacolo italiano, ma francamente non ci consideriamo un talent show a tutti gli effetti. La nostra filosofia quella di trovare una bella ragazza italiana che piaccia a tutti. Che poi sappia cantare e ballare è un valore aggiunto. Tra coloro che arrivano alla finale, molte hanno questi requisiti, ormai quasi tutte, ma trovo assurdo basare su questo aspetto la scelta della Miss. Il nostro è un concorso di bellezza che punta anche sulle doti caratteriali: chi vince da noi diventa la regina d’Italia”.

Anche ‘Vero Tv’ (l’intervista a Patrizia Mirigliani è di Gian Marco Merlo) inserisce tra le novità del Concorso la nuova fascia “Miss Curve d’Italia” insieme all’apertura alle taglie 44 (“la bellezza per noi non è mai stata legata alle misure, ma alla femminilità. C’era un senso diffuso di inadeguatezza. Ora mi pare che stiano tornando modelli più sani e vicini alle donne di una volta”).

Potrebbero interessarti anche...