Categorie
curiosità

Minaccia suicidio su Facebook, la Polizia torinese la ferma

Biella – Una potenziale suicida è stata scoperta dalla Polizia postale di Biella dopo che aveva lasciato qualche messaggio allarmante circa possibili propositi suicidi su Facebook. Fortunatamente si trattava soltanto di uno sfogo e tutto è finito bene. Tutto è partito da un biellese di 35 anni che una mattina ha trovato dei post del tipo "non ce la faccio più, non intendo più vivere, sono arrivata al capolinea" sulla pagina di Facebook di una sua amica, amica soltanto virtuale tanto da ignorare anche la città in cui vive, segno che se da un lato internet ha reso il mondo più piccolo dall'altro ha snaturato alcuni rapporti umani. Allarmato da questi messaggi, l'uomo si è subito recato alla Sezione Polizia Postale di Biella per raccontare il tutto. Gli agenti della Postale hanno immediatamente avviato un'indagine telematica per rintracciare la donna, indagine non facile per il fatto che sul suo profilo a parte il nome non vi erano altre indicazioni. Gli investigatori si sono allora concentrati sull'elenco dei cyber amici della donna e incrociando le informazioni da loro fornite si è risaliti all'identità della presunta suicida, una 40enne che vive nel torinese meridionale, nella zona tra Pinerolo e Piossasco. La Postale di Biella ha quindi segnalato il caso ai colleghi di Torino che hanno subito mandato una pattuglia presso l'abitazione della signora la quale ha rassicurato gli agenti che il suo era soltanto uno sfogo per delle vicende travagliate della sua vita e che non aveva intenzione di togliersi veramente la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.