Michael Jackson, giudice convoca terzo gruppo giurati in processo

Michael Jackson, giudice convoca terzo gruppo giurati in processo

Los Angeles (California – Dopo che la difesa del medico di Michael Jackson, Conrad Murray, ha affermato ieri che il cantante fosse angosciato dai problemi finanziari e avesse agito preso dalla disperazione causando la sua stessa morte, il giudice ha convocato un terzo gruppo di giurati. Il giudice della Corte Superiore, Michael Pastor, sostiene che sia necessaria una commissione più ampia dalla quale saranno scelti 12 giurati e sei sostituti. Uno dei legali della difesa di Murray ha suggerito che Jackson fosse talmente sconvolto per i problemi di insonnia "da aver preso misure disperate". Inoltre, il cantante sarebbe stato estremamente preoccupato dalla mancanza di sonno da temere di non riuscire a portare avanti il tour di concerti, utile per guadagnare denaro in un momento di problemi finanziari. Secondo la difesa, quindi, sarebbe stato lo stesso Jackson a iniettarsi l'anestetico, mentre Murray non era presente. Il medico è accusato di negligenza per aver somministrato propofol al cantante, un medicinale che non dovrebbe essere utilizzato in casa o per curare l'insonnia. Jackson è deceduto overdose di propofol e di altri sedativi.

Potrebbero interessarti anche...