curiosità

Il ritorno di Melissa P. L’elogio del “triangolo”, perfezione erotica, nel nuovo libro “Tre”

Si definisce più preda che predatrice, esalta il triangolo amoroso quale culmine della perfezione erotica e premia Nichi Vendola con la palma di politico più sensuale.

Melissa P., l’ex-adolescente che scandalizzò l’Italia con i suoi “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire”, torna in libreria con un nuovo romanzo erotico: “Tre”. Dove il numero, naturalmente, si riferisce alla sua “formazione” preferita tra le lenzuola: «In tre l’energia è molto più grande e stabile – spiega la giovane scrittrice, che oggi ha 24 anni, in un’intervista al settimanale Chi – L’atto sessuale in tre è completo. Se una donna sta con due uomini è fantastico: quando uno è stanco, può fare l’amore con l’altro».

L’esperienza, naturalmente, è autobiografica, come molte di quelle narrate nella sua opera prima, scritta a soli 16 anni: «(Il triangolo) l’ho vissuto per alcuni mesi» conferma Melissa Panarello. Ma a rovinare l’idillio è arrivata la Gelosia: non quella dei due partner, ma proprio la sua. «In quel caso la gelosia raddoppiava: li volevo in esclusiva. Per questo è finita. Era insostenibile tormentarsi per due» spiega la scrittrice.

Dopo la fine della relazione con Thomas Fazi, figlio del suo primo editore, da due anni e mezzo Melissa ha un compagno: «Paolo, un regista che è anche un bravo poeta» confessa a Chi. Un uomo di cui ama «mani e sedere» e da cui desidererebbe avere un figlio. Ma se nascesse una bambina? «Dato che i figli sono controcorrente, avrò una figlia bigotta e frigida, che perderà la verginità a 35 anni!» scherza Melissa, che nella sua vita ha avuto invece ben pochi tabù.

Se orge, baci omosex e giochi erotici per lei sono stati il “pane quotidiano” per anni, oggi la ragazza si definisce «una preda», una che al sedurre preferisce l’essere sedotta. «Sono attratta da quelli che toccano le cose. Se un uomo sa toccare bene la materia, per me è indice di sensualità» spiega la scrittrice. Da qui deriva la sua passione per le mani maschili: «Le amo grandi, forti, da contadino».

Anche per questo, il politico più sexy per lei resta Nichi Vendola: «E’ un uomo di terra, molto sensuale» confessa senza imbarazzo. Così come ammette di odiare «la stupidità, la mancanza d’ironia, la mediocrità. Un uomo deve essere a suo modo folle e slegato dai canoni comuni – racconta – E deve farmi sognare. Lo voglio un po’ piratesco».

Se il suo segreto per attrarre l’altra metà del cielo sono «tre gocce di olio essenziale di muschio selvatico dietro le orecchie e sullo sterno», la sua maggior trasgressione è molto meno eccitante di quanto ci si potrebbe immaginare. «Per me anche un’orgia non è trasgressione, ma un aspetto della sessualità – spiega Melissa – Quindi, la cosa più trasgressiva che ho fatto è non fare sesso per un po’ di tempo con un uomo». A quanto ci pare di capire, il periodo non dev’essere durato troppo a lungo.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.