Categorie
curiosità

Eurochocolate? No grazie meglio aiutare la caritas

A Perugia per Eurochocolate, hanno preferito il lavoro in un refettorio della Caritas, allo shopping fra gli stand del cioccolato, ai giochi e allo svago della Kermesse che si conclude oggi nel capoluogo umbro. Protagonisti dell’insolita scelta, due coniugi di mezza eta’, di Napoli. Mentre passeggiavano in via Imbriani, nel centralissimo quartiere della chiesa del Carmine, i due sono stati attratti dal suggestivo Oratorio dei Santi Simone e Giuda Taddeo Apostoli. All’interno alcuni volontari della Caritas diocesana erano alle prese con le pulizie del dopopranzo, essendo l’Oratorio sede del Punto di ristoro sociale Comune-Caritas ”San Lorenzo”, dove quotidianamente vengono distribuiti una settantina di pasti caldi. La coppia di visitatori – ha riferito la Caritas – si e’ unita ai volontari e per un’ora e mezzo ha pulito tavoli e pavimenti. Marito e moglie, dopo essere stati rintracciati al cellulare dai loro amici, un po’ preoccupati per la lunga assenza dei due, hanno salutato i volontari, ringraziandoli perche’ hanno permesso loro di portare a Napoli un ricordo di Eurochocolate legato non solo allo svago ma anche all’aiuto verso il prossimo. Oggi, intanto, per la giornata conclusiva della manifestazione, decine di migliaia di persone stanno affluendo nel centro storico della citta’. La situazione – si e’ appreso – e’ piuttosto tranquilla. Anche il traffico lungo le principali vie di accesso al capoluogo umbro e’ sostenuto, ma scorrevole. E’ stato tuttavia necessario – ha riferito la polizia stradale – chiudere stamani per un paio di volte lo svincolo di Piscille, sul racco Perugia-A1, per permettere un migliore deflusso delle auto. Tranquilla anche la situazione sull’acropoli, si e’ appreso al comando della polizia municipale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.