Categorie
curiosità

Mazzi: Modà prodotto che piace, marketing non basterebbe   

Roma – "Io non credo che basti promuovere fortissimamente un prodotto, penso che scelga la gente e se i Modà hanno fatto breccia nel gusto della gente, vuol dire che fanno qualcosa che alla gente piace". Gianmarco Mazzi, direttore artistico del Festival di Sanremo, interpellato da LaPresse, interviene sul caso musical-radiofonico del momento. Radio Rai non considera in linea con le sue scelte musicali e dunque, non trasmette, 'Arriverà' di Modà con Emma, nonostante sia tra le canzoni più programmate dalle radio italiane, la seconda classificata sanremese ed attualmente al primo posto, sia su iTunes che nella Fimi-Digital download. Senza contare che 'Viva i romantici' dei Modà, appena uscito, ha conquistato il vertice nella top ten degli album più venduti. 'Ultrasuoni', etichetta discografica della band, creata da Rtl, Rds e Radio Italia, giudica incomprensibile l'ostracismo di Radio Rai. "Non voglio entrare nella polemica – spiega Mazzi – ma credo che la bella musica, com'è sicuramente la canzone dei Modà con Emma, vada sostenuta, soprattutto quando riguarda dei giovani artisti, che hanno partecipato ad una manifestazione che per loro è una grande occasione professionale. Mi dispiace che venga turbata  da questioni riguardanti altri aspetti, concorrenze tra aziende, lo dico non a favore di nessuno – precisa il direttore del Festival – perchè anche la radiofonia commerciale ha avuto le sue responsabilità. Vorrei che  tutti facessero uno sforzo per superare queste problematiche, anzi, faccio un appello perchè questa cosa si superi. Vorrei che chi si sta confrontando, si incontrasse, trovasse un punto di equilibrio, un compromesso che non vada a penalizzare gli artisti. Sono artisti giovani, come Emma, una ragazza che forse ha davanti un grande futuro o come i Modà, dei talenti, quando vado in giro tutti mi parlano di loro. Ricordo casi, in passato, di artisti spinti moltissimo e non è successo nulla. La gente – osserva Mazzi – sceglie e decide molto più di quello che pensiamo, non è solo questione di marketing e promozione. Questi sono bravi artisti, fortissimi, possono avere anche una forza internazionale, per cui vanno assolutamente aiutati".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.