Liz Taylor, amori e gioielli raccontati nell'ultima intervista

Liz Taylor, amori e gioielli raccontati nell'ultima intervista

Roma – "Non ho mai programmato di acquistare molti gioielli o di avere molti mariti. Nella vita, le cose mi sono successe, proprio come a chiunque altro". Inizia con queste parole l'ultima intervista rilasciata da Elizabeth Taylor, scomparsa oggi a 79 anni, a Kim Kardashian, una delle sorelle più chiacchierate d'America per Harper's Bazaar. "Sono stata estremamente fortunata nella mia vita – aveva raccontato – perchè ho conosciuto il grande amore e custodisco cose e momenti incredibili. Ma non mi sono mai sentita più viva di quando ho visto i miei bambini felici o l'opera di un grande artista e non mi sono mai sentita più ricca di quando ho donato un grande assegno per aiutare la lotta contro l'Aids". Durante l'intervista Liz aveva parlato anche del ruolo di Cleopatra, che l'aveva consacrata a tutti gli effetti come la grande regina del cinema hollywoodiano. "Quello di Cleopatra era un ruolo – aveva confidato l'attrice – che mi sono divertita a interpretare. Lei ha avuto una vita incredibilmente complicata, ma il suo lato più interessante era la passione. Tutte le cose che sono importanti per me – essere una madre, una donna d'affari e un'attivista – sono state guidate da una grande passione". Impossibile, però, dimenticare l'amore di Liz Taylor per i gioielli. Tra i pezzi più famosi che le sono appartenuti ci sono il diamante Mike Todd da 29,4 carati, quello Krupp da 33,19 carati e il diamante Taylor-Burton da 69,42 carati che, come si può intuire dal nome, è stato uno dei numerosi regali del marito Richard Burton. L'attrice, però, non aveva voluto rivelare a quale dei tre gioielli si sentisse più legata. "Le dimensioni delle pietre contano, certo – aveva detto a Kim Kardashian – ma contano anche quelle delle emozioni che stanno dietro ai gioielli". Nonostante l'età, la Taylor aveva dichiarato di sentirsi perfettamente a suo agio nei tempi moderni, confessando di apprezzare moltissimo il lavoro di attori come Johnny Depp e Colin Farrel e di non essersi tirata indietro di fronte alle nuove tecnologie. L'attrice, infatti, aveva aperto una sua pagina su Twitter, facendosi chiamare 'Dama Elizabeth'. "Mi piace il collegamento con i fans – aveva detto Liz – e mi piace l'idea di poter dialogare a doppio senso. A volte, però, credo che sapere troppo dei nostri idoli ne deturpi il sogno. Così, come tutte le cose, anche Twitter è da usare con cautela". Proprio sul social network, lo scorso 10 febbraio, l'attrice aveva annunciato l'uscita dell'intervista. Poi, per lei, si sono aperte le porte dell'ospedale 'Cedars Sinai' di Los Angeles, da cui non è più uscita.

Potrebbero interessarti anche...