Il calendario Pirelli è entrato nel mito…A volte anticipa i costumi della società…

Il calendario Pirelli è entrato nel mito…A volte anticipa i costumi della società…

Ecco i retroscena di un mito…

Qualche mese fa vi abbiamo annunciato che a firmare gli scatti del calendario Pirelli per il 2011 sarebbe stato Karl Lagerfeld .

The Call 2011 è ora pronto e il 30 novembre a Mosca verrà presentato. “Il calendario Pirelli è un mito, è un omaggio alla donna, a volte anticipa i costumi della società, spesso ne è lo specchio, con i suoi codici estetici e gli archetipi, e segna l’avvenire”, ha detto lo stilista tedesco Karl Lagerfeld.

A conferma della fama di questo prestigioso calendario, nato per i garage e subito diventato un oggetto di culto contesissimo, è stato presentato qualche giorno fa a Parigi un film documentari, La saga del calendario Pirelli.
Realizzato da Emmanuel le Ber racconta la storia, dal 1964 al 2010, di questo straordinario oggetto del desiderio, i retroscena, le curiosità.

Omaggia gli anni migliori. I fotografi da Robert Freeman, il primo, a Re Karl, passando per personaggi come Peter Knapp, Harry Peccinotti, Sarah Moon, la prima donna fotografa del calendario, Richard Avedon, Peter Lindbergh, Bruce Weber, Terry Richardson, Mario Testino, Patrick Demarchelier, Annie Leibovitz e molti altri.

Le super top, come Naomi Campbell, Heidi Klum, Cindy Crawford, Laetitia Casta, Kate Moss, Eva Herzigova, Gisele Bundchen e le attrici Sophia Loren, Monica Bellucci, Ines Sastre e Penepole Cruz.

Tirato in soli 20.000 esemplari l’anno, regalato a un numero limitato di importanti clienti di Pirelli e di Vip il calendario Pirelli è un mito forse proprio perché, come ha detto Karl Lagerfeld “è il calendario dei volti della nostra epoca”.

Potrebbero interessarti anche...