I non vedenti imparano l'inglese con un joystick

I non vedenti imparano l'inglese con un joystick

Firenze – Oggi i non vedenti possono imparare l'inglese con un joystick. Il progetto, che si chiama Ellvis (english language learning programme for visually impaired students), è stato presentato oggi alla Biblioteca delle Oblate di Firenze. Impugnandolo, chi non vede può interagire col programma didattico, gratuito, creato ad hoc e compiere tutte le operazioni richieste per imparare la lingua. Ad esempio, potrà completare delle frasi, oppure scegliere la parola giusta o abbinare una figura ad un determinato sostantivo. Ma sempre grazie allo speciale joystick e al programma si potrà anche confrontare la pronuncia grazie ad un sistema di registrazione. La novità è stata testata, a partire dall'autunno 2009, tra gli studenti di cinque Paesi: Italia, Francia, Germania, Romania e Inghilterra. Delle novità e dei progressi se ne parlerà domani ad un convegno a cui parteciperà il presidente provinciale Uici Antonio Quatraro, Thomas Deharde della Deutsche Angestellten-Akademie GmbH (Germany), Rossella Bianchi, direttrice del Centro Machiavelli di Firenze, e Grazia Asta, direttrice della biblioteca delle Oblate.

Potrebbero interessarti anche...