Categorie
curiosità

Ha bloccato il sito dell'aeroporto di Catania, fermato hacker 22enne

Catania – La polizia postale di Catania ha individuato un giovane di 22 anni, di nazionalità marocchina e residente a Lucca, ritenuto responsabile dell'attacco informatico che l'estate scorsa ha reso inaccessibili per alcune ore i siti web dell'aeroporto di Catania, di Confindustria etnea e di altre importanti aziende. L'indagato è ritenuto responsabile di accesso abusivo a sistema informatico e danneggiamento di dati. Dopo gli attacchi informatici definiti tecnicamente 'defacement', l'hacker si era vantato di ciò che aveva fatto su un sito fondamentalista islamico. La procura distrettuale, procuratore aggiunto Giuseppe Toscano e sostituto Vincenzo Serpotta, hanno disposto alcune perquisizioni nei confronti del giovane indagato e di altri suoi conoscenti nel corso delle quali sono stati sequestrati computer e telefoni mobili con relative sim. L'indagato ha ammesso le sue responsabilità affermando, tuttavia, di avere agito con altro hacker residente in Marocco, conosciuto su Facebook. Non sono emersi al momento collegamenti con organizzazioni di tipo terroristico ma sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.