Fibra ottica low-cost per internet superveloce, un test dell'Unibo

Fibra ottica low-cost per internet superveloce, un test dell'Unibo

Bologna – Internet 50 volte più veloce. È il brivido promesso dalla fibra ottica low-cost che arriva direttamente al computer di casa. Si chiama Pof (Plastic optical fiber) ed è fatta di plastica a differenza di quella tradizionale in vetro. Non garantisce le stesse prestazioni della più nobile sorella, ma ha il grande vantaggio di essere più semplice da installare e dimezzare i costi. Tanto da poter rimpiazzare il cavo che usiamo oggi per collegare il pc al modem, al router di casa o alla rete dell'ufficio. Test condotti dall'Università di Bologna e dalla olandese Technische Universiteit di Eindhoven, pubblicati dalla rivista scientifica 'Journal of lightwave technology' dimostrano infatti che con un filo lungo 50 metri di fibra low-cost si potrebbe navigare online ad una velocità 53 volte maggiore di quella attuale. "I costi ridotti – spiega Davide Visani, 26 anni, ricercatore dell'Alma Mater e prima firma dell'articolo – dipendono dalle dimensioni del filo. La fibra tradizionale ha bisogno di fili sottili un centesimo di millimetro. Quella di plastica funziona bene con fili di un millimetro. Sono più facili da maneggiare e installare, e i componenti di cui necessitano sono a buon mercato".

Potrebbero interessarti anche...