curiosità

Facebook non tutela la privacy. Lo sostiene il ministro tedesco per la protezione dei consumatori

Attenti a Facebook: pensateci due volte prima di pubblicare dati personali su questo social network, perche’ per il sito la tutela della privacy non e’ una priorita’. Lo ha sostenuto la ministra per la Protezione dei consumatori tedesca, Ilse Aigner (Csu), che torna cosi’ a criticare il colosso americano dopo aver cancellato il proprio profilo virtuale – l’anno scorso – in segno di protesta nei confronti della politica del fondatore, Mark Zuckerberg.

”Il mio consiglio, quando si tratta di pubblicare dati personali su Internet, e’ di farlo con moderazione”, ha detto la Aigner durante un’intervista al quotidiano Tagesspiegel che verra’ pubblicata domani. ”Tutti dovrebbero pensarci due volte prima di caricare online informazioni personali, foto o contatti, soprattutto su Facebook”, ha proseguito.

Il ”consiglio” della ministra segue la propria richiesta, lo scorso luglio, di un codice di condotta per societa’ Internet come Google e Facebook in modo da evitare che il cyberspazio diventi la ”gogna del XXI secolo”. La Aigner combatte da tempo una battaglia contro queste societa’, che accusa di non offrire garanzie sufficienti per la tutela della privacy.

Tanto che all’inizio del giugno 2010 il ministro ha cancellato il proprio profilo virtuale dalle pagine di Facebook, spiegando di non potere, ne’ volere, accettare il fatto che una societa’ leader del settore violi la legge sulla protezione della privacy e ignori per gran parte la sfera privata dei propri membri.

Finora, ha detto la Aigner al Tagesspiegel, la societa’, che ha oltre 500 milioni di membri a livello mondiale, ”non ha preso molto seriamente la protezione della privacy”. Anzi: gli standard della privacy sono stati allentati piu’ volte alle spese dei membri.

Per questo, ha concluso, ”finche’ Facebook non fara’ marcia indietro sulla sua politica in fatto di protezione dati, penso che questa sara’ una piattaforma problematica”.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.