De Laurentiis (Napoli): Reja era Clint Eastwood, Mazzarri è Sean Penn

De Laurentiis (Napoli): Reja era Clint Eastwood, Mazzarri è Sean Penn

Napoli – "Un grazie a chi ieri ci ha sostenuto, ha messo nel nostro motore l'entusiasmo giusto per vincere. Per me è stata una partita educata e sportiva, al di sopra di ogni possibile sospetto. Ci può stare qualche sbaglio a favore di qualcuno o di un altro, finché non si cambiano le regole sarà sempre così". Così il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Radio Marte all'indomani della vittoria del Napoli contro la Lazio. Parlando del campionato, il produttore cinematografico dichiara: "Il Milan ha vinto tantissimo negli ultimi 25 anni, Berlusconi ha investito tanto. L'Inter è forte. Cosa abbiano noi in più delle squadre del nord? Semplice, un marchio internazionale che va al di là del calcio, una città incredibile. Lo stesso discorso vale per Roma". Il ct Prandelli ha detto che il Napoli è in corsa per lo scudetto: "Mi fa piacere, è un gentiluomo di un altro calcio. Ha trasmesso una forza incredibile all'Italia, è un vero uomo. Noi, ovviamente, ce lo giocheremo fino alla fine, ma se non dovesse accadere, non sarebbe un dramma. Evitiamo di fare proclami, dobbiamo essere reali, non diamoci arie. Siamo una squadra che suscita simpatia, non siamo supponenti e presuntuosi. Pensiamo al Bologna. Voglio ringraziare Mazzarri, è stato un leone anche se non è stato bene fisicamente nell'ultimo periodo. Reja? Un incontro affettuoso, siamo due vecchi amici. Lui è Clint Eastwood, io sono il suo vecchio produttore. Chi è Mazzarri? Sean Penn mi piace, è abbastanza incazzoso, quindi va bene".

Potrebbero interessarti anche...