Categorie
curiosità

British Museum acquista oggetti d'avorio curati da Agatha Christie

Londra (Regno Unito) – Il British Museum ha acquistato una collezione di antichi oggetti d'avorio recuperati in Iraq grazie all'aiuto della scrittrice di gialli Agatha Christie. I 6mila pezzi sono stati trovati nell'antica capitale dell'Assiria, Nimrud, tra il 1949 e il 1963 durante una spedizione guidata dall'archeologo Max Mallowan, la cui moglie era appunto Agatha Christie. La scrittrice lo aveva aiutato a pulire e preservare gli oggetti nei pochi momenti liberi in cui non scriveva i suoi thriller, tra cui 'Sono venuti a Baghdad'. I manufatti sono stati divisi tra Iraq e Regno Unito e quelli britannici sono stati conservati dall'istituto britannico per lo studio dell'Iraq. Il museo di Londra ha acquistato un terzo della collezione per 1,17 milioni di sterline (circa 1,35 milioni di euro), mentre l'istituto ne ha donato un terzo e darà l'ultima parte all'Iraq. Il British Museum ha annunciato che gli oggetti saranno esposti la settimana prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.