Aveva raccolto 20 mila dollari per curarsi dal cancro e per il funerale. Ora rischia 14 anni per truffa

Aveva raccolto 20 mila dollari per curarsi dal cancro e per il funerale. Ora rischia 14 anni per truffa

Nuove accuse per Ashley Kirilow, la ragazza canadese che aveva truffato centinaia di persone fingendo di avere un cancro terminale e di essere orfana di genitori violenti e tossicodipendenti.

La giovane, di 23 anni, è stata accusata di sette diverse frodi, per aver raccolto oltre 20 mila euro in beneficienza, fingendo di doverli utilizzare per costosissime cure e per il proprio funerale. Ashley aveva anche accettato un biglietto per Disneyland, offertole da Skate4Cancer, un’organizzazione di Toronto che assiste i malati di tumore.

Per rendere credibile la propria bugia, che sosteneva anche davanti a amici e parenti, Ashley si era rasata a zero, depilata le sopracciglia ed era dimagrita per fingere gli effetti della chemioterapia.

La “bravata”, però, potrebbe costarle molto cara: le sei accuse di truffa sotto i 5 mila dollari prevedono una pena massima di due anni di carcere, mentre quella per truffa sopra i 5 mila dollari potrebbe farla finire al fresco per ben 14 anni.

La giovane, che aveva già vuotato il sacco in agosto davanti alla polizia, oggi, 2 novembre, sarà in tribunale, dove dovrebbe dichiararsi colpevole.

Potrebbero interessarti anche...