Categorie
curiosità

Audemars Piguet si racconta

Palazzo Clerici a Milano omaggia il mondo dell’orologeria con una mostra dedicata al marchio svizzero Audemars Piguet. Dal 21 al 25 aprile si potranno ammirare gli orologi più significativi che hanno segnato la storia non solo del marchio ma dell’orologeria

Esposte a Milano le creazioni storiche della maison

Palazzo Clerici a Milano omaggia il mondo dell’orologeria con una mostra dedicata al marchio svizzero Audemars Piguet. Dal 21 al 25 aprile si potranno ammirare gli orologi più significativi che hanno segnato la storia non solo del marchio ma dell’orologeria e che sono attualmente custoditi presso il Museo Audemars Piguet di Le Brassus.

Tra gli altri modelli, saranno esposti il Grande Complication e alcuni dei primi Royal Oak, fino a orologi più recenti come il ChronAP con scappamento Audemars Piguet, il Jules Audemars ripetizioni minuti e ore saltanti o ancora l’equazione del Tempo e il cronografo con tourbillon e ripetizione minuti. La rassegna è un’occasione per ripercorrere i trend del XX secolo, dall’Art Deco agli anni Sessanta, per arrivare ai nostri giorni.

È il 1875 quando Jules-Louis Audemars e Edouard-Auguste Piguet si incontrano e decidono di unire le loro forze per creare orologi complicati. Fondata in Svizzera a Le Brassus, nella Vallé de Joux, la Manifattura Audemars Piguet da allora non ha mai smesso di perpetuare e sviluppare lo spirito di ricerca e l’inventiva dei propri fondatori.