Aste: vaso cinese battuto a 50 milioni di euro

Aste: vaso cinese battuto a 50 milioni di euro

Per una piccola casa d’aste alla periferia di Londra, che si occupa di oggetti provenienti da case e appartamenti smantellati, si e’ trattato di un evento unico: un vaso della dinastia Ching e’ stato battuto ieri sera per 43 milioni di sterline, pari a circa 50,3 milioni di euro, uno dei prezzi piu’ alti mai raggiunti per questo tipo di articoli. L’oggetto in porcellana, appartenente ad un fratello e a una sorella, che l’avevano ereditato dalla loro famiglia, era stato valutato attorno a 1,2 milioni. Ma dopo una battaglia al rialzo come quelle da Christie’s o da Sotheby’s, e’ stato venduto per la cifra da capogiro ad un anonimo acquirente, al telefono da Pechino. Ai 43 milioni si vanno inoltre ad aggiungere 8,6 milioni di sterline di premio per la casa d’aste Bainbridges di Ruislip, che ancora non riesce a credere alla propria fortuna e a quella dei venditori. ”Non avevano idea di quello che avevano in mano – ha commentato Helen Porter della casa d’aste -. Ci speravano, ma non ci hanno creduto davvero finche’ la vendita non e’ stata conclusa”. Il vaso – giallo e blu, con una immagine di due pesci – dovrebbe aver lasciato la Cina intorno al 1860, ed è stato acquistato da una famiglia britannica verso il 1930. Da li’ e’ passato per diverse mani, fino a arrivare alla famiglia del fratello e della sorella, che hanno deciso di venderlo. Quando la cifra e’ stata confermata, la venditrice del vaso e’ uscita dalla stanza, dicendo di ”aver bisogno di prendere una boccata d’aria”.

Potrebbero interessarti anche...