Addio Liz Taylor, 50 film e 7 mariti,figli con lei fino all'ultimo

Addio Liz Taylor, 50 film e 7 mariti,figli con lei fino all'ultimo

Los Angeles (California – È morta a 79 anni la leggenda del grande schermo Elizabeth Taylor, la dea dagli occhi viola la cui carriera è stata spesso oscurata dalle burrascose vicende personali. L'attrice, nata in Inghilterra da genitori statunitensi, è deceduta in seguito a un'insufficienza cardiaca congestizia nel centro medico Cedars Sinai di Los Angeles dove era ricoverata da circa sei settimane. Lo ha riferito la sua agente, Sally Morrison, spiegando che "tutti i figli dell'attrice erano con lei". La Taylor ha goduto di una fama straordinaria e ha vinto tre Oscar, tra cui uno speciale per l'impegno umanitario, il Jean Hersholt Humanitarian Award. La star, però, è stata afflitta da problemi di salute, relazioni fallite e tragedie personali. "Sto diventando una fatalista, me ne sono successe troppe nella vita per non esserlo", aveva detto in un'intervista nel 1989. Gli otto matrimoni, compresi due con l'attore Richard Burton e la battaglia durata una vita contro l'abuso di sostanze stupefacenti, la malattia e la bulimia l'avevano fatta comparire sui tabloid di tutto il mondo. Nel novembre del 2004, la Taylor aveva rivelato di soffrire di insufficienza cardiaca congestizia, ma aveva smentito ripetutamente notizie che la vedevano vicina alla morte, spiegando che era sulla sedia a rotelle per problemi alla schiena in seguito a una caduta di cavallo avvenuta all'età di 12 anni. "Dai, vi sembra che stia per morire?" aveva detto nel maggio del 2006 in una rara intervista al programma della Cnn 'Larry King live'. "Vi sembra che abbia l'Alzheimer? I tabloid dicono queste cose perché non hanno nient'altro di osceno da scrivere su qualche altro personaggio", aveva scherzato. L'attrice era già una star a 12 anni, sposa e poi divorziata a 18, dea del grande schermo a 19 e vedova a 26. È apparsa in oltre 50 film e ha vinto l'Oscar per la performance nei film 'Butterfield 8' e 'Chi ha paura di Virginia Woolf?'. Negli ultimi anni della sua esistenza, Liz Taylor aveva accettato la sua condizione fisica con dignità, parlandone con il pubblico. "Il mio corpo è un vero casino", aveva scherzato in un'intervista al giornale W magazine nel 2004. "Se lo guardo allo specchio è completamente concavo e convesso".

Potrebbero interessarti anche...