cucina

Menu di Pasqua: Capretto con verdure. La cucina di Fichera

Per Pasqua voglio proporvi al posto del solito Agnello, il Capretto, di origine senz’altro più antica e pagana, ma più saporito e verace.

Pulite i carciofi eliminando punte e foglie dure, tagliateli a spicchi ed immergeteli per mezz’ora in acqua con succo di limone. Pulite gli asparagi, lavateli e lessateli in abbondante acqua salata o meglio al vapore . Scolateli ancora al dente ed eliminate i gambi. Preparate una pastella semplice, mescolando tre cucchiaiate di farina 00, un pizzico di sale e acqua ghiacciata, necessaria ed avere un composto liscio ma non troppo acquoso (sempre acqua gasata o meglio acqua tonica). Immergete nella pastella gli spicchi di carciofi, che avete scolato ed asciugato, e friggeteli in abbondante olio d’oliva ( mais o arachide). Scolateli su carta assorbente e teneteli in caldo.

Tagliate a pezzi la carne di capretto lavatelo ed asciugatelo con un canovaccio. In un tegame, in mezzo bicchiere di olio, fate appassire una cipolla tritata e mettete i pezzi di capretto. Quando saranno coloriti sfumateli con del vino e poi bagnateli co con mezzo bicchiere di acqua tiepida dove avete diluito il cucchiaio di conserva di pomodoro. Lasciate consumare per qualche minuto ed aggiungete i carciofi, le punte di asparagi, una manciata di prezzemolo tritato, sale, pepe qb e ritirare la casseruola dai fuoco.

Battete le uova intere con sale, pepe ed il pecorino, versatele sulla carne e spolverate la superficie con pane grattato. Cuocete in forno caldo a calore medio – basso ( 150°) per circa mezz’ora.

Ingredienti (dosi per 4 persone): Kg 1 capretto € 10; 4 carciofi € 3; gr. 400 asparagi € 3 ; gr. 50 pecorino grattugiato € 1 ; 3 uova € 2; cipolla, prezzemolo, conserva di pomodoro; farina, limone, olio di oliva; sale, pepe e pangrattato € 3 .

Costo totale € 25

Kal. Pro capite 350/400

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.