cronaca

Reato far chiamare l'ex da un sito di scambisti

Risponde lo stesso di molestie telefoniche e p – Risponde lo stesso di molestie telefoniche, e per questo viene punito con la multa, chi inserisce il cellulare altrui su un sito ''dedito allo scambio
di informazioni di carattere sessuale'' tramite il quale la 'vittima' viene direttamente contattata dagli utenti dello stesso sito. Lo sottolinea la Cassazione che ha confermato la 'colpevolezza' di una ragazza di Forli', Milena C., che per ripicca nei confronti del suo ex, Attilio A., a sua insaputa ''aveva inserito il numero del cellulare dell'uomo in un sito internet di annunci a sfondo sessuale, con conseguente ricezione di numerose telefonate di natura molesta da parte di terzi''.

Senza successo Milena ha sostenuto che le telefonate le facevano gli utenti del sito e, dunque, non era giusto che a lei fosse inflitta l'ammenda di 100 euro per molestie telefoniche. Ma la Suprema Corte – con la sentenza 47667 – le ha risposto che il suo comportamento integra proprio il reato in questione in
quanto la legge, per punire questo tipo di condotta, ''richiede che le molestie ed il disturbo siano arrecati mediante l'utilizzo del telefono: il che è ben ravvisabile in questa vicenda, sebbene nessuna telefonata diretta sia stata effettuata dall'imputata nei confronti della parte offesa''.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.